web analytics
L'elettricista a Milano
Chiamaci! 0284342157 / 3421871318

Come risparmiare energia elettrica

Come risparmiare energia elettrica

La bolletta della corrente può condizionare in materia notevole le spese mensili di una famiglia. In Italia poi, il prezzo dell’energia risulta molto più alto di altre nazioni europee. Questo succede nonostante la recente liberalizzazione dell’energia elettrica che, almeno sulla carta, dovrebbe funzionare allo stesso modo in ogni nazione europea. Eppure non è così, ci sono sempre alcuni fattori che ne determinano il costo.

In Italia la principale fonte di energia si ottiene dal gas naturale, una materia prima molto costosa rispetto ad esempio al nucleare usato dalla Francia. Il costo medio in Italia è di 0,23 € /kWh, assolutamente più alto ad esempio della Finlandia (0,15€/kWh) e dei Paesi Bassi (0,15€/kWh). A stare peggio di noi sono solo Portogallo, Belgio, Germania e Danimarca.

Ma non disperate, con alcuni piccoli accorgimenti riuscirete ad ottenere un bel risparmio sulla bolletta.

Le cause del consumo di energia elettrica

Innanzitutto, c’è da capire quali sono i fattori che influenzano il consumo energetico ed il suo costo. Di seguito, un elenco sulle principali cause. Possiamo riassumerle in 6 punti.

Il numero di persone che usufruisce dell’energia elettrica (ovvero il numero dei componenti della famiglia);

la grandezza della superfice abitabile;

la posizione geografica dell’immobile e di conseguenza della fornitura elettrica;

il numero e la tipologia di elettrodomestici presenti;

le abitudini e le modalità di utilizzo di ogni elettrodomestico;

il fornitore di energia elettrica.

Sono proprio questi 6 fattori a condizionare il consumo energetico. Ovviamente non è possibile modificare o trovare soluzioni per ognuno di essi, ma si potrebbe comunque provare ad ottenere miglioramenti da qualche punto.

I rimedi

La prima cosa da fare, anche se non sempre è quella vincente, è controllare il proprio contratto e l’offerta che avete attivato. Scegliere un fornitore che propone tariffe conveniente è sicuramente un vantaggio e, il risparmio, sarà assicurato. Però tenete conto che ormai tutti i migliori fornitori sulla piazza operano più o meno allo stesso prezzo.

Una cosa importantissima è invece la fascia oraria in cui usate i vostri elettrodomestici o nella quale consumate di più. Infatti se avete un contratto a fasce orarie vi conviene assolutamente controllare i costi per ogni fascia. Di conseguenza potrete usare gli elettrodomestici più dispendiosi, come ad esempio la lavatrice o il forno elettrico, nella fascia oraria più conveniente. Se seguite questo consiglio, otterrete un notevole risparmio in bolletta.

Controllate la vostra illuminazione e le lampadine che usate. Il consiglio è quello di installare lampadine a LED in tutta la casa. Dopo la spesa iniziale, che potrebbe risultare abbastanza alta, otterrete dei risultati fantastici. Addirittura risparmierete l’80% in meno, per quanto riguarda l’illuminazione.

Per gli elettrodomestici invece, è consigliabile acquistare quelli con classe energetica A+ , A++ o A+++. In questo modo sarete sicuri che i vostri apparecchi siano a risparmio energetico. Poi, cercate di evitare di lasciare dispositivi in stand-by. Sicuramente è una modalità utile, ma ricordate che non sarà mai come se fossero spenti. Se riuscite ad evitare di lasciare in stand-by tutti i vostri apparecchi, vi ritroverete con un risparmio del 10 % circa.